Nella prassi c’è molta confusione tra i concetti di agente monomandato e agente in esclusiva che, molto spesso, sono utilizzati come sinonimi. MALE ! Agente monomandatario e agente in esclusiva sono concetti profondamente diversi, dai quali derivano conseguenze diversissime sul piano previdenziale, giuridico ed economico. Se le clausole sono scritte correttamente: sottoscrivendo il contratto con un agente monomandatario, la preponente impedisce all’agente di assumere incarichi per qualunque altra preponente, che sia o non sia concorrente; con l’esclusiva impedisce invece all’agente di assumere incarichi per preponenti in concorrenza nella zona assegnatagli, lasciandolo invece libero con preponenti non in concorrenza. Vi sono talmente tanti contratti mal configurati sotto questo aspetto che scopriamo di continuo, spesso al termine del rapporto, che la preponente ha versato erroneamente i contributi o l’agente concesso termini o importi diversi da quelli dovuti. Noi utilizziamo nei contratti che scriviamo un trucchetto che evita ogni tipo di problema !! Se il contratto di agenzia a cui stai pensando contiene un disposizione di esclusiva o di monomandato e vuoi verificare se sia stata scritta correttamente puoi contattarci.   Dott.ssa Barbara Zanussi

Vuoi rimanere aggiornato sull’argomento?